“Prova a fidarti” di Elena Piras.

di | 17 Settembre 2020

Buongiorno commensali. So che con foto come queste tento sia la curiosità di lettura che la gola dei golosoni! Un motivo banale per questa scelta c’è e ve la svelerò a fine recensione.

Oggi vi voglio presentare il libro di esordio di Elena Piras, autrice per passione.

DETTAGLI DEL LIBRO

Tutolo: “Prova a fidarti “

Autrice: Elena Piras

Casa editrice: self publishing

Serie: Il coraggio di tornare a vivere

Anno: 2020

Pagine: 265 pp.

Genere: romance, thriller e drammatico

Formato: cartaceo ed ebook


SINOSSI

Niky è una ragazza molto altruista che pur di non pensare al suo passato, si dedica agli altri. Questo per lei, è l’unico modo per sentirsi meglio.Ha un lavoro, ha un’amica speciale Sofia, ma non riesce a fidarsi veramente di nessuno, finché incontra Tonino, un simpatico nonnino al quale si affeziona esageratamente facendo volontariato in un Centro per anziani, lui riesce a suo modo a “sbloccarla”. Nel frattempo la conoscenza di un ragazzo bellissimo ma altrettanto tenebroso e la passione che la stravolge saranno motivo di nuovo pericolo per lei.


INCIPIT

Mi sembrava di essere una ragazza felice, sempre sorridente, una parola carina per tutti, a dispensare consigli o cercare di immedesimarmi nei panni di chi si confidava con me, per poterli aiutare. Sì, questo mi faceva stare bene, sapere che qualcuno si fidasse di me a tal punto da chiedermi un consiglio e calmarsi con la mia voce. Mi serviva per sentirmi viva, mi serviva per non pensare. Sapere di essere di conforto a qualcuno mi faceva sentire speciale, una persona migliore e soprattutto utile a qualcuno, senza necessariamente pretendere qualcosa in cambio. Mi piaceva essere considerata una brava persona, disponibile e altruista, forse per sopperire al mio passato, forse per non sentirmi in colpa nei confronti di mia madre, forse per riuscire a dimenticare.


RECENSIONE

Sapete della mia propensione per gli scritti d’esordio. Be’, quando Elena Piras mi ha parlato del suo libro non ho potuto che leggerlo per scoprire cosa contenesse.

Inizialmente facciamo la conoscenza di Nicoletta, per tutti Niky, giovane a dir poco simpatica e altruista, e di Sofia, sua grande amica, conosciuta durante il volontariato in una casa di riposo. Scopriremo delle vicende amorose di entrambe durante il corso della storia. Verremo a sapere che dietro la facciata di felicità e allegria mostrata da Niky si nasconde la diffidenza ad aprire il proprio cuore a qualcuno, questo dovuto a vicende accadute da ragazzina.

Fuggire dal mostro del passato per vivere un presente migliore è ciò che la teoria consiglierebbe. Ma è sempre possibile?

Sento che Ste è un bravo ragazzo che non mi farà soffrire, invece questo è bello, dannato ma mi accende un fuoco dentro mai provato! che faccio?»

Il cuore di Nicoletta dovrà scegliere se battere solamente per Stefano, il dolce e bravo fisioterapista o per Raffaele, misterioso e gelosissimo tatuatore.

Un turbine di passione, così definirei la sua scelta d’amore. Solo che c’è un ma! Direi anche bello grosso.

Niky farà la scelta giusta? Non si fiderà dell’uomo sbagliato? Cosa c’è dietro agli strani comportamenti del suo amato? A voi scoprirlo.

Questo romanzo non è catalogabile in un singolo genere: è principalmente romance, ha una parte centrale drammatica e sul finale è decisamente thriller.

PS. Avverto chi come me si scervella se un romanzo lascia delle questioni in sospeso, che non è autoconclusivo….ci sarà a breve un seguito.

Vengono trattati temi molto delicati quali l’abuso di minore e la difficoltà di relazione tra genitori e figli.

I personaggi sono ben caratterizzati e i dialoghi hanno un aspetto predominante.

Mi è molto piaciuta la figura di Tonino, anziano ospite della casa di riposo: la sua intelligenza, la sua dolcezza, il suo essere di conforto pur avendo lui stesso bisogno di affetto.

Un sorriso me lo ha strappato Renata, spasimante di Tonino, che vede in Niky una rivale in attenzioni. Quando si dice che l’amore non ha età…

Spero di avervi incuriosito e spinto a voler approfondire di vostro leggendo il romanzo.

Vi ho anticipato che avrei spiegato tutto quel sushi e ora vi svelo l’arcano: con il libro ha poco a che fare, ma la scelta di una foto sushi è dovuta a tutte le volte che ho provato a convincere mio marito a mangiarne, usando le stesse parole del titolo…non l’ho ancora convinto! Tutti i gusti sono gusti.


BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

Impiegata, diplomata in grafica ed informatica, ha sempre scritto fin da quando era piccola, ma solo ed esclusivamente per puro piacere personale.

Ha sempre pensato “Ehi ma quanto sarebbe bello pubblicare un romanzo?!“, ma prima di Aprile 2020, non aveva mai pensato di farlo.

Il brutto periodo di lock down dovuto alla pandemia del Covid, l’ha segregata in casa, così come sarà accaduto alla maggior parte di noi e quindi si è detta “Quale migliore occasione per dedicarmi davvero a questo progetto?

Visto il successo di “Prova a fidarti”, ha realizzato il seguito “Ricominciare” che uscirà in autunno.

Un pensiero su ““Prova a fidarti” di Elena Piras.

  1. carezzedinchiostrodimanuesilvia

    Davvero interessante questa proposta di lettura…. e che voglia di sushi 😍

    Rispondi

Cosa ne pensi di quanto letto?