“Nati sulla Terra” di F.L.Scala. Recensione

di | 5 Settembre 2020

Buongiorno commensali e buon sabato! Avete già progetti per questo fine settimana? Io festeggerò il compleanno di mia madre e mi darò all’acquisto di termosifoni per la mia nuova casa in ristrutturazione. Non si sa mai che ci scappi un saltino in libreria… e non vedo l’ora dell’immancabile aperitivo in casa prima di cena!

Se siete alla ricerca di un romanzo per passare qualche ora piacevole vi consiglio la lettura di questo bel romanzo fantascientifico, ricco di avventura e con un fondo di thriller.


DETTAGLI del romanzo

Titolo: “Nati sulla Terra”

Autrice: F. L. Scala

Casa Editrice: independently published

Genere: thriller fantascientifico

Pagine: 335 pp.

Anno: 2018

ISBN: 9781718096721

Formato: cartaceo ed ebook


Guarda sempre verso quello che temi di più

SINOSSI

Un professore quarantenne, una donna affascinante ed un mistero che coinvolge un’organizzazione segreta.

Durante una conferenza per presentare il suo ultimo saggio, Daniel Warviz, professore e linguista, espone ipotesi controverse sull’origine aliena delle civiltà antiche.
Il suo prossimo libro che cita alcune tesi sugli Antichi Astronauti promette di essere un grande successo, poiché basato su un prezioso diario che testimonia l’uso di ingegneria genetica già millenni orsono.
Proprio durante questa conferenza Warviz incontra Laila: una mediorientale misteriosa quanto affascinante che si dimostra interessata a scoprire come lui sia entrato in possesso di questo documento dal valore inestimabile.
Purtroppo per il professore, Laila non è l’unica che vuole porgli questa domanda.
Warviz si ritrova così, suo malgrado, coinvolto in una guerra che va avanti da millenni, una faida che si consuma attorno ai discendenti di “Coloro che vennero dal Cielo”.
Il professore finirà per svelare molti segreti, forse molti di più di quanto avrebbe desiderato…


RECENSIONE

Sono cresciuta seguendo ogni puntata di X-files e sono anni che cercavo una storia che mi prendesse così tanto, un thriller fantascientifico pieno di avventura che ci porta a riflettere sulla creazione del genere umano.
Siamo scimmie che l’evoluzione ha portato a leggere, scrivere e usare i pollici opponibili o frutto di esperimenti genetici da parte di esseri più evoluti di noi?
Tanti scritti antichi come la Bibbia fanno riferimento agli dei scesi dal cielo, Annunaki o Elohim, venerati e pregati persino con sacrifici. Quanto c’era di vero e quanto era invenzione?Qualcuno nell’ombra complotta ora per creare un uomo invincibile, partendo dai geni degli antichi discendenti degli dei.

…non puoi mai essere certo di cosa saresti disposto a fare pur di sopravvivere.

Una trama un pochino intricata che vede partecipi diversi protagonisti. Le vicende di ognuno vengono raccontate separatamente per poi trovare un punto comune.

Nelle prime pagine facciamo la conoscenza del professor Daniel Warviz, studioso di lingue antiche che sarà di gran aiuto allo studio di reperti sumeri, greci ed egizi che definirei… peculiari, conservati dal C.N.A.M , un’organizzazione segreta composta prevalentemente da individui con grandi potenzialità. A capo di tutto vi è Laila, una donna di origini mediorientali dalla grande forza e temperamento. Va fatta sicuramente menzione di Achilles, il bello che non deve chiedere mai, inizialmente infiltrato nella congregazione dei Children of the Stars.

La lettura scorre veloce tra complotti e avventure di ogni tipo. Fino ad avere la sorpresa finale, che non ti aspetti.

Un romanzo da dieci e lode di cui andrò sicuramente a leggere anche il seguito, perché ha superato le mie aspettative.


BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

F.L.Scala è una giovane autrice di Roma. Fisica per formazione, dopo un periodo in cui si è dedicata al fantasy (“La Veste e i Dadi”, 2016; “La Bella e la Bestia”, 2017) è approdata nella fantascienza grazie a “Nati sulla Terra” (2018). La saga iniziata con questo romanzo continua con “Il Giudice”(2020) e proseguirà con altri titoli, acquistabili nei principali store online e librerie.

Cosa ne pensi di quanto letto?