“L’invito” di Marco Rassu

di | 10 Aprile 2021

“Certe situazioni si creano senza un perché, le persone che ti circondano vibrano con la tua stessa frequenza e nulla è fuori posto… vorresti che quel momento non finisse mai”

Buongiorno commensali. È sempre bello trovare al proprio fianco persone che con la loro esperienza e conoscenza ti aiutano a crescere. È attraverso al dialogo e allo scambio di opinioni che si ottengono grandi risultati.

Ed è il caso che a volte ci fa conoscere persone speciali come S.I., la nuova collaboratrice di Un libro sul menù.

Spero vogliate darle il benvenuto in questa avventura! Sarà suo il piacere di recensire il romanzo “L’invito” di Marco Rassu, pubblicato da 44book.

Buona lettura!


Dettagli del libro

Titolo: L’invito

Autore: Marco Rassu

Casa editrice: 42book

Anno: 2020

Pagine: 88 pp.

Genere: narrativa contemporanea

Formato: cartaceo ed ebook

ISBN: 9781913868338


Sinossi

UN INVITO, una riunione fuori dagli schemi, un viaggio lungo le infinite prospettive dell’essere.

Il milionario di Wall Street, l’eschimese, l’operaio, l’attore di Hollywood, il cacciatore della Papua Nuova Guinea e tanti altri personaggi si incontrano per confrontarsi su tematiche interessanti… insieme al surfista, Marco.

L’autore “usa” le loro parole, talvolta volutamente retoriche, come spunti di riflessioni più profonde e regala input importanti al lettore attento.

Una storia fantastica impregnata di visioni e pensieri che hanno l’ambizione di portare l’attenzione del lettore su differenti punti di vista e stimolarlo a tirare fuori la sua opinione.

L’autore si scopre, mescolando riflessioni con flashback autobiografici e ripercorrendo tratti di vita immortalati nella memoria.


Incipit

È tardi, la riunione che attendevo da anni sta per cominciare! Dopo tanti preparativi oggi si svolgerà l’importantissimo incontro e ci saranno proprio tutti… Tra gli ospiti si vocifera ci sia addirittura un presidente della Repubblica, un famosissimo attore di Hollywood, un campione olimpionico e un multimiliardario di Wall Street. Insomma, una riunione seria. Mi preparo a uscire ed ancora una volta do un ultimo sguardo all’opuscolo di presentazione, consapevole che il tanto atteso momento è finalmente arrivato. “Alla ricerca della verità”, un incontro fra uomini profondamente differenti che proporranno la loro visione di vita mettendola a confronto con quella degli altri ed io, beh, sono uno dei prescelti. Io, signore e signori, sono il surfista!


Recensione di S.I.

Il romanzo si apre con alcune considerazioni sul tempo, sul significato e l’importanza di questo elemento. Entra in scena in seguito un curioso mix di personaggi, tramite l’escamotage di una riunione.

Nella mia mente, ho rivisto subito la sublime bellezza dei romanzi di Alessandro Baricco e, successivamente, l’autore stesso cita questo scrittore. Ho quindi sorriso trovando la conferma di una passione in comune tra me e il signor Rassu.

La riunione improbabile e fantastica è il mezzo per aprire un dibattito che tocca i temi più caldi della nostra società:  la consapevolezza, l’ambizione, il lavoro, la passione e finanche la morte.

Non risulta mai pesante, poiché la narrazione è interrotta da avvenimenti della vita trascorsa del protagonista, ricordata con pensieri pregevoli e intrisi di nostalgia:

Quella sera si realizzò un sogno; due amici, il surf, un tramonto indonesiano e due birre fresche. Sembra quasi banale ma vi assicuro che non lo fu per nulla. Il sole si ritira velocemente ma quei minuti, nella nostra mente, restano infiniti.

Il libro è scorrevole, una piacevole compagnia per qualche ora, arricchita da citazioni come la canzone “I’m Yours”, attinente più che mai al testo di Rassu.

…torno velocemente al presente, consapevole che potrei continuare per ore a ricordare come ogni film americano mi abbia fatto decidere più volte quale sarebbe stato il mio destino. Ed è questo il punto, qualcuno mi vendeva fin da piccolo sogni, emozioni, una storia in cui ritrovarmi, un modello da seguire, qualcosa cui ambire.

Il passo sopra citato si riferisce al dolce ricordo di quando, durante l’infanzia, il protagonista cambiava sogni a seconda della passione del momento, così come accade a ogni bambino, ma da adulto si rende conto che c’è una porzione di negatività in questo.

Ci viene venduto un modello da imitare sin dalla tenera età. Si fa in modo che ogni essere umano si conformi alla società in cui nasce, cresce e muore. Questo è triste perché i modelli sono finti, immobili, morti. Noi dobbiamo invece essere vivi.

In conclusione, molte cose belle in questo romanzo, l’autore ha un bello stile e un talento da coltivare.


Biografia dell’autore

Marco Rassu, ingegnere, imprenditore, autore, viaggiatore e… surfista, trascorre gran parte della sua vita all’estero. Svolge la professione tecnica cimentandosi in progetti innovativi, ma dedica sempre il tempo a lunghi viaggi esplorativi in cerca di nuove culture, nuovi stimoli e onde lontane. Nel 2010 si innamora del Senegal dove trascorre dieci lunghi anni che cambieranno radicalmente il suo modo di approcciare alla vita.

Grazie alla sua passione per la scrittura fino dall’età adolescenziale inizia a scrivere su taccuini.
Fa esperienza in prima persona di questo fantastico mondo, che con il passare del tempo impara a conoscere e padroneggia.

Scopre il self publishing durante un periodo di osservazione del web dovuto alla creazione di un ambizioso progetto personale, il Revo-Book Master, un percorso formativo professionale che insegna il self publishing partendo da zero. Fonda anche la casa editrice indipendente 42book , con l’intenzione di renderla una risorsa importante per autori emergenti, vogliosi di mettere nero su bianco puro valore da trasmettere ai loro lettori.

Cosa ne pensi di quanto letto?