“Chi ama non dimentica” di Antonella Carullo

di | 8 Aprile 2021

Emozione pura in tutte le sue sfumature!

Diceva Beniamino Placido, giornalista e critico, che non siamo noi lettori a leggere un libro ma “sono i libri che leggono noi. Ci conoscono, anche se sono stati scritti cent’anni fa. Ci scrutano dentro. Ci rivelano”. Credo che questo sia stato per me proprio uno di quei casi. Mi auguro di trasmettervi al meglio l’esperienza provata. Buona lettura!


Dettagli del libro

Titolo: Chi ama non dimentica

Serie: Memories

Autrice: Antonella Carullo

Casa editrice: PortoSeguro Editore

Collana: Rose blu

Anno: 2020

Genere: narrativa contemporanea

Pagine: 336 pp.

Formato: cartaceo

ISBN: 9788855461016


Sinossi

A trent’anni Antonella Caruso eredita un misterioso manoscritto fattole arrivare da un bisnonno mai conosciuto, Don Peppino Caruso, detto “Il Cavaliere”, che destina a lei – e a lei soltanto – un romanzo anonimo dal titolo emblematico: “Chi ama non dimentica”. Gli impensabili segreti di una famiglia frammentata sono, forse, nascosti all’interno di quelle pagine e, dunque, non le rimane altro che iniziare a sfogliarle… Una storia nella storia fatta di calcio, inganni, tradimenti, camorra, morte e, soprattutto amore. Amore e fede oltre ogni limite, in un crescendo di colpi di scena che vi lascerà senza fiato.


Incipit

Il beep e una vibrazione dello smartwatch stanno segnalando l’arrivo di una videochiamata. Si tratta di un numero sconosciuto, non è associato a nessun contatto. Guardo la faccia materializzarsi sull’apex. È un volto che non mi dice niente, non lo conosco. Però il suo numero ha superato il vaglio della sicurezza, non è stato bloccato. Con uno schiocco delle dita accetto la chiamata, contemporaneamente si attiva il sistema di telepresenza.L’immagine olografica di un bell’uomo anziano viene proiettata sulla parete di fronte alla mia scrivania.
“Buonasera, sono il notaio Giulio Della Ragione. Dottoressa Caruso? Antonella Caruso?” chiede una voce dal tono molto professionale.
“Sì, sono io” rispondo incuriosita, avvicinandomi alla parete per guardarlo meglio.
Un notaio? E che vuole da me? Non mi dà il tempo di chiederglielo che riprende a parlare.


Recensione

Quando nella sinossi avevo notato le parole amore, calcio, camorra tutte nello stesso scritto ho temuto un minestrone. Leggendo però tutto prende forma, ogni elemento ha il suo scopo e il suo perché.

A introdurre la storia è Antonella Caruso, trentenne napoletana che il giorno del suo trentesimo compleanno riceve inaspettatamente l’invito di un notaio. Le è stato fatto un lascito dal bisnonno: un romanzo anonimo dal titolo “Chi ama non dimentica”.

Nelle sue pagine Antonella conoscerà tre uomini della Dinamo Partenope, una squadra di calcio che militava in Lega Pro (il presidente, il mister e il numero dieci), che mentiranno per amore, che dovranno affrontare le conseguenze dei propri sbagli, rinunciando a tanto nella loro vita.

Tramite quel romanzo scopriremo segreti mai svelati che coinvolgono più generazioni.

Sono infatti presenti diversi piani temporali che spaziano dal 2047, anno della situazione iniziale, al 1987 e al 2011.

Anche per quanto riguarda l’ambientazione abbiamo due scene differenti: tutto si svolge prevalentemente a Napoli, ma abbiamo anche una digressione in nord America, all’interno di una miniera.

Da piemontese di origini venete ho dovuto prendere dimestichezza con alcune frasi in dialetto napoletano, ma risultano di facile comprensione. Nulla di impossibile.

Sono i temi trattati a dare intensità alla storia: tossicodipendenza, prostituzione, malavita, tradimento, disabilità, ma anche solidarietà, amore, passione per lo sport e la propria terra.

Se dovessi dare un voto da uno a dieci a questo romanzo darei assolutamente 10, meritatissimo, sia per il contenuto che per lo stile e la scrittura. Sa toccare il cuore, emozionare, fare arrabbiare, creare suspance e stupire.

È il libro che non deve mancare nella libreria:

♡ di chi ama i romanzi nel romanzo

♡ di chi tiene ai rapporti famigliari

♡ di chi ha sensibilità a non finire

e aggiungerei

♡ di chi vuole scoprire scheletri nell’armadio


Biografia dell’autrice

Antonietta Carullo, da sempre chiamata Antonella, è nata a Napoli il 13 novembre 1963; attualmente è in servizio all’Agenzia delle Dogane e Monopoli. Ultima figlia di Giuseppe Carullo -poeta, scrittore, giornalista, autore di canzoni e riviste per l’avanspettacolo- ha pubblicato due raccolte di poesie paterne: “Le stagioni del poeta”(2015) e “Nustalgia” (2019). Esordisce come scrittrice nel 2016 vincendo, per la narrativa, il Premio città di Napoli – Memorial Libero Bovio.

Il 16 luglio 2016 esce il suo primo libro intitolato “Chi ama non dimentica” (Robin Edizioni), poi ripubblicato in una nuova versione nel febbraio del 2020 dalla Porto Seguro Editore. Dopo di che ha continuato a intessere trame sul filo dei “Memories”, la serie. Che ha visto ai primi di gennaio del 2021 la pubblicazione del secondo libro, intitolato “Sempre c’è un domani”.

Cosa ne pensi di quanto letto?