“Greta” di Alessandro De Paoli

di | 4 Maggio 2021

È con grande piacere che vi parliamo oggi di “Greta”, il nuovo romanzo dello scrittore Alessandro De Paoli, di cui abbiamo recensito tempo addietro la raccolta di racconti “In mia discolpa”.

Buona lettura!


Sinossi

Greta è una ragazza borderline o è una ragazza magica? I traumi subiti nell’infanzia ne hanno fatto una creatura diversa e frantumata, sempre alla ricerca della sua salvezza in modi autolesivi. L’incontro con Riccardo, uomo più grande di lei ma insoddisfatto ed inquieto, nasce su internet; e, pur tra mille difficoltà, si trasforma in una breve storia di amore incondizionato che forse cambierà entrambi.


Dettagli del libro

Titolo: Greta

Autore: Alessandro De Paoli

Casa editrice: Amande Edizioni

Collana: Nuove luci

Genere: narrativa contemporanea

Pagine: 92 pp.

Anno: 2021

Formato: cartaceo ed ebook

ISBN: 9788897681564


Incipit

Non voglio più tornare in questo posto. Sentirne gli odori, i rumori. La mia stanza è l’inferno in terra e tutto, qualunque cosa è meglio che restarci.

In paese ci avevano fatto l’abitudine, ormai punto persino la famiglia, sapeva che Greta ogni tanto scappava. Quello che non sapevano e quanto Greta ci stesse male, a casa della nonna. Continuamente trascinata in un vortice di pensieri cupi e ripetitivi, finché sembrava che le mura stesse della casa ed il tempo sparissero.

Greta spariva, e il vortice dei suoi pensieri ruotava intorno a tutte quelle volte che i suoi avevano litigato, o che sua madre era tornata a casa ubriaca. Lei le aveva retto la fronte sul water, cercato, ma chi delle due era la figlia? Era cresciuta con un senso di responsabilità molto forte, che già a 13 anni l’aveva portata al primo ricovero. L’oggetto conteso di mamma e papà, il bersaglio preferito della classe alle medie, quando era sovrappeso.

Chi sei Greta? E che scelte hai fatto?


Recensione di Daniela

Spiazzante. Questo è l’aggettivo che secondo me meglio descrive “Greta”, un romanzo breve ma molto intenso.

Protagonisti della storia sono Greta, giovane adolescente perugina che cerca appuntamenti amorosi su internet in giro per l’Italia,

Greta si dava fino all’ultimo, pur di non essere lasciata sola.

e Riccardo, impiegato trentenne romano, attirato dall’idea di una storia passionale e occasionale.

Veniamo catapultati nel loro incontro-scontro, che va interpretato per via dei comportamenti di Greta.

Ci si trova a chiedersi “Chi è veramente Greta?”. È la ragazza che ha avuto un’infanzia difficile e cerca affetto, è una poco di buono che gioca a fare la vittima, è una squilibrata, oppure è un’anima libera dagli schemi? Non ho una risposta da dare in tal proposito, perché Greta è contemporaneamente tutto è nulla.

L’immagine di copertina è stata scelta dall’autore, affascinato dal riflesso di alcune lanterne sul mare di notte. Gran parte della storia si svolge di sera/notte e questo gioco di luci/ombre rispecchiano il carattere di Greta, che l’autore mi ha confidato immaginare come un cristallo frantumato che emette schegge di luce da tutte le parti.

La storia con Riccardo sa di surreale: senza neppure conoscersi entrambi si affidano e si fidano dell’altro. Coi tempi che corrono si potrebbe dire che il loro comportamento risulti azzardato.

Alla domanda perché questo libro è innovativo, ci viene risposto “perché è una fiaba metropolitana che si avvicina alla settima arte e punta il riflettore su una ragazza giovane cercando di indagarne le sfaccettature caratteriali senza alcun tipo di giudizio.”

Sono rimasta catturata dalle parole senza riuscire a staccarmi fino alla conclusione. Il finale risulta dolce amaro per scelta della protagonista.

L’occhio cade verso i gerani, interrati in un vaso bagnato da poco dall’innaffiatoio. “Greta” mormora sfiorando un fiore appena sbocciato.

Consiglio “Greta” a chi ama le situazioni improbabili, a chi cerca una storia diversa dal solito e a chi non disdegna un filo di psicologia tra le righe.


Biografia dell’autore

Alessandro De Paoli è nato nel 1984 a Roma, dove attualmente risiede. Sin da piccolo si è dedicato alla narrativa, pubblicando con riviste e premi letterari. Alcuni suoi libri e racconti sono stati pubblicati da Onirica Edizioni, Sensibili alle foglie e Valletta Edizioni. A maggio 2020 è uscita la sua prima raccolta di racconti: “In mia discolpa”, edita da La Caravella editrice.


Cosa ne pensi di quanto letto?