“Da me a te: Tutto il cielo, tutte le stelle e tutte le patatine” di Loredana Falcone

di | 27 Maggio 2021

Non un romanzo, ma un libro di ricette, ricco di aneddoti autobiografici, scritto da Loredana Falcone come una sorta di regalo da tramandare alla figlia. Un vero e proprio “ricettario narrativo” pubblicato da Il Vento Antico editore e disponibile in cartaceo ed ebook dal 1 aprile.


Dettagli del libro

Titolo: “Da me a te: Tutto il cielo, tutte le stelle e tutte le patatine”

Autrice: Loredana Falcone

Casa editrice: Il Vento Antico editore

Genere: manuale di cucina

Pagine: 142 pp.

Anno: 2021

Formato: cartaceo ed ebook

ISBN: 9791280324092


Sinossi

Raccontarsi, raccontare le proprie radici attraverso le ricette che hanno nutrito generazioni passando da madre a figlia, da nonna a nipote.

In un ideale dialogo con la figlia, l’autrice ha infuso nelle ricette della più tradizionale cucina italiana un ingrediente fondamentale: il ricordo.

Un viaggio ricco di aneddoti familiari che richiamano un modo di essere famiglia che rischia di perdersi a causa di un tempo sempre più tiranno.

In questo volume a parlare è l’affetto, la voglia di trovarsi insieme a “pasticciare” tra i fornelli, a sporcarsi di farina e di sugo, a spiare il borbottio della salsa sul fuoco mentre la memoria passa da una all’altra.

“Da me a te, tutto il cielo, tutte le stelle e tutte le patatine” di Loredana Falcone, un viaggio nella memoria della cucina attraverso ricette di famiglia.


Recensione di Daniela

Quale regalo più bello di una madre ai figli quello di lasciare ricordo di sé con le proprie ricette.

Diceva lo scrittore Alberto Peretti :

Cucinare è…dare agli altri: difficilmente si cucina per se stessi

Come è nata l’idea del libro?

La scrittrice Loredana Falcone, di cui ho già recensito alcuni romanzi, ci racconta come è andata:

«Perché non mi scrivi su un quaderno tutte le ricette che prepari per la nostra famiglia?»
Era il 3 settembre 2018, fuori pioveva ed ero in un periodo della mia vita dei più travagliati. Esaudire la richiesta di mia figlia Jessica mi sembrava impossibile. Invece, una mattina acquistai un quaderno e poche ore dopo ero lì che le spiegavo come preparare il ragù. Sono passati due anni e quello che doveva essere un semplice elenco di ricette si è trasformato prima in un dialogo con mia figlia, poi in una sorta di storia famigliare. È stato soltanto quando la mia socia di penna-amica-sorella Laura Costantini ne ha letto qualche pagina che un ricettario privato ha concepito la pretesa di diventare qualcosa di più.

Diverse le ricette presentate e principalmente primi piatti della cucina italiana. Si hanno sia preparazioni base che cose un pochino più elaborate. Non mancano a sprazzi ricordi famigliari legati ad alcune preparazioni, come per esempio i cenoni di Natale o la pasta fredda estiva.

Trovammo tua nonna sulla soglia della cucina con aria sconsolata «Mi sa che ho fatto un inguacchio», disse con voce mesta indicando l’insalatiera fumante poggiata sul tavolo alle sue spalle.

L’indice consente di cercare le indicazioni del piatto di cui si necessita e non è obbligatorio leggere consecutivamente quanto scritto. Sta al cuoco-lettore stabilire come muoversi tra le pagine.

Da buongustaia ho preso appunti, perchè a sperimentare si scoprono a volte nuovi sapori. Anche solo cambiare un ingrediente può dare risultati diversi ed eccezionali.

Consiglio questo libro ad amanti della cucina più e meno esperti.


Biografia dell’autrice

Loredana Falcone è nata a Roma e queste radici emergono evidenti nel primo libro che la vede distaccarsi dalla narrativa pura. Ha all’attivo dodici romanzi, scritti a quattro mani con Laura Costantini, con i quali ha spaziato dallo storico al giallo al thriller. Con Il Vento Antico ha già pubblicato il romanzo “Una voce nella nebbia”.


Cosa ne pensi di quanto letto?