“Come poli che si attraggono. Nonostante tutto” di Giada Sordi. Recensione

di | 5 Febbraio 2020

SINOSSI

Hope è una ragazza piena di vita, tormentata dall’amore per Michael. La loro storia è sempre stata oggetto di invidia da parte degli abitanti di Cambridge, la città dove i due si erano innamorati; fino al giorno in cui Michael decide di andarsene senza lasciare sue notizie. Hope cerca di andare avanti, ma quella città le riporta alla mente le lunghe giornate d’inverno, le ricorda il tornado di emozioni vissute con Lui, il ragazzo che avrebbe dovuto far parte del suo futuro. Pochi giorni dopo la partenza di Michael arriva una notizia sconvolgente che porta Hope a decidere che forse è il momento per cambiare aria e spinta dalla voglia di ritrovare se stessa e la tanto attesa felicità, prova a dare una scossa alla propria vita: la ragazza decide di trasferirsi nella città che per anni ha desiderato e di provare ad inseguire un sogno chiuso nel cassetto da troppi anni. Tra le persone più importanti della sua vita, c’è il fratello minore Simon, al quale si è sempre sentita libera di raccontare ogni cosa, ma non questa volta, non una notizia così importante. L’arrivo nella grande e romantica città la riscalda da tutto quel gelo che si porta nel cuore, non si sarebbe mai aspettata di vivere esperienze forti e incontrollabili perfino per lei, ben abituata a tenere a bada ogni tipo di tentazione. Non passa molto tempo prima che conosca il nuovo vicino di casa, Jack: lineamenti perfetti, abbigliamento morbido, occhi color verde smeraldo che ti tolgono il respiro. Una cosa è certa, Hope non sa che il passato potrebbe presentarglisi davanti pur essendo lontana dalla sua Cambridge. Sarà capace di lasciarselo alle spalle? Jack sarà la persona che dice di essere? Perdonerà Michael o aprirà il cuore ad un nuovo amore?

INCIPIT

Il nostro amore era invidiato da tutta Cambridge, la cittadina dove io e Michael siamo cresciuti e ci siamo innamorati. Questo almeno fino al giorno in cui tutto sembrò perduto, come se i nostri sentimenti non fossero mai esistiti.

All’epoca era una ragazza di ventisei anni, piena di vita ma tormentata dall’amore per Michael, che a sua volta era imprigionato nell’infelicità che egli stesso si era creato per via del suo dannato lavoro. Tutto ormai era diventato inutile.

Non riuscivamo più ad avvicinarci pur andandoci molto.Baciarlo era ancora la cosa più bella del mondo per me, quella che desideravo con tutta me stessa, ma non sapevo più se lo era anche per lui.Morivo dalla voglia di abbracciarlo e di toccarlo, provavo gli stessi brividi di quando lo avevo sfiorato per la prima volta. Per me nulla era cambiato: eravamo solo cresciuti e stressati e questo ci impediva di trovare un punto d’incontro.

Ricordo che eravamo quasi due sconosciuti, ormai. Nonostante milioni di sforzi, sembrava tutto perduto. Iniziai a credere che non avremmo mai più ritrovato la spensieratezza necessaria per viverci come meritavamo.

Michael, il ragazzo che pensavo potesse starmi accanto tutta la vita, si era allontanato da me. Sembrava piombato in un altro universo, era come il ghiaccio, si portava dietro la freddezza in ogni parola e in ogni gesto. Più passavano i giorni e più il suo sorriso si spegneva, ed io non sapevo come portarlo indietro, farlo tornare da me.

Avrei fatto di tutto per far funzionare l’unica cosa bella che mi era capitata e che mi procurava dei sorrisi veri. Ma, si sa, il destino non ascolta i nostri desideri: ….


RECENSIONE

“Ogni cosa che accade durante la giornata ti può sempre cambiare la vita, sia le esperienze positive che negative”.


Questo è quello a cui è giunta Hope, protagonista di “Come poli che si attraggono.Nonostante tutto”, romanzo rosa d’esordio di Giada Sordi, edito da Edizioni Albatros.
Ho accettato questa collaborazione con l’autrice, che ringrazio per l’opportunità, senza informarmi né sul genere né sulla trama, così a scatola chiusa.
Rischiare a volte non fa male!
La copertina, come pure il titolo, fanno infatti già intuire che la passione sarà uno dei temi maggiormente affrontati.
Primo di una trilogia, il cui secondo libro uscirà quest’anno, vivremo con Hope le sue delusioni, le sue incertezze e i suoi desideri.
Abbandonata dopo dieci anni di fidanzamento e per giunta incinta, decide di affrontare da sola la gravidanza. Cambia città, frequenta nuove persone e inizia un corso di fotografia.
Decisa a non volerne più sapere dell’amore, però, si troverà a dover scegliere tra il suo ex (tornato pentito), il suo amico vicino di casa, dolce e sensibile e la sua nuova migliore amica.
Chi di fronte a tanta scelta riuscirebbe ad avere le idee chiare?

Diversi sono i colpi di scena che tengono viva l’attenzione durante la lettura. In ultimo il finale lasciato volutamente aperto per approfondire la storia nei prossimi libri.

Abbandono, amicizia, amore, desiderio, passione. Tanti sono gli elementi che compongono il libro.

E’ dato parecchio risalto ad un oggetto, che è presente per tutto il libro, dall’impaginazione alla storia: il palloncino rosso, colore dell’amore.

“L’amore è leggerezza, come un palloncino che vola”

Non è il classico romanzo rosa. Per le scene presentate lo catalogherei più tra i romanzi erotici. Amore eterno e amore saffico vengono vissuti dalla protagonista in totale libertà e naturalezza. Questo forse potrebbe disturbare chi è culturalmente non favorevole all’amore tra pari sesso.

La lettura è scorrevole anche se a tratti, quando Hope riflettere su cosa sarebbe giusto fare, i suoi pensieri risultano un po’ ripetitivi. Insicurezza a gogò.


VALUTAZIONE

🎈🎈🎈🎈/5


DETTAGLI DEL LIBRO

Titolo: “Come due poli che si attraggono. Nonostante tutto”

Autrice: Giada Sordi

Genere: romanzo rosa

Casa editrice: Albatros Il Filo

Collana: Nuove Voci Strade

Anno: 2018

Pagine: 340

EAN: 9788856794236

Formati: ebook e cartaceo


BIOGRAFIA DELL’AUTRICE

Giada Sordi è una sognatrice oltre che scrittrice, originaria di La Spezia, una piccola città ligure, dove attualmente vive e lavora. Nel “Golfo dei poeti” trova l’ispirazione artistica che la porta a scrivere il suo primo romanzo della trilogia “Come poli che si attraggono.Nonostante tutto”. Nata nell’agosto 1991, la scrittrice si diploma nel 2010 nel ramo odontotecnico.  La piccola realtà in cui vive la porta a doversi adattare a fare diversi lavori. Nel 2015 decide di prendersi un periodo di pausa, inizia a viaggiare alla scoperta di abitudini e culture diverse dalla sua, e visita Paesi come la Francia, l’Inghilterra, la Spagna, la Croazia, la Grecia, l’Olanda, il Belgio, l’Egitto e il Giappone, dopo di che si dedica completamente alla sua opera, per far emozionare i lettori attraverso le sue parole.

Cosa ne pensi di quanto letto?